Le prime cose da fare

Questa è una situazione che richiede di mantenere la calma: inutile arrabbiarsi ormai è successo e non devi nemmeno andare nel panico. La prima cosa da fare è accertarsi di stare bene e, se non sei solo, controlla che anche il tuo passeggero stia bene. Aziona le frecce d’emergenza e indossa il giubbotto catarifrangente. A questo punto, nel caso in cui non riscontri lesioni o ferite tali da chiamare subito i soccorsi, scendi dal veicolo e controlla gli altri occupanti dei veicoli coinvolti o i pedoni, qualora ci fossero. Se ci sono feriti chiama il 118 per richiedere l’intervento dell’ambulanza e ricorda che non ci si può allontanare dal luogo del sinistro finché non arrivano anche le Forze dell’Ordine per fare i rilievi del caso, anche se i feriti e i danni non sono gravi.

Quando spostare il veicolo?

Bisogna valutare se è il caso di spostare i veicoli coinvolti. Se i mezzi ostruiscono la circolazione è necessario spostarli sul margine destro della carreggiata. Se non si possono spostare a causa di danni provocati dell’incidente, potrebbe essere necessario chiamare il soccorso stradale (a pagamento a meno che tu abbia aggiunto alla tua polizza la garanzia “Assistenza”. Se non creano intralcio ma sono in mezzo alla carreggiata o in una posizione pericolosa (dopo una curva per esempio) che potrebbe causare il coinvolgimento di altri veicoli posiziona il triangolo a 50 metri di distanza e, mantenendoti sul bordo della carreggiata, segnala il pericolo agli automobilisti fino all’arrivo della polizia.

Quando compilare la constatazione amichevole?

Se non ci sono stati feriti né ingenti danni e le parti riescono a trovare pacificamente un accordo in merito alle rispettive responsabilità, allora si può procedere con la constatazione amichevole: non sarà necessaria l’assistenza di legali o altre persone specializzate e nemmeno, sul luogo dell’incidente, la presenza di polizia municipale, carabinieri o polizia stradale.  
Il Modulo di Constatazione Amichevole di Sinistro Stradale, chiamato anche CAI o CID, serve per stabilire la colpa del sinistro, mettere per iscritto quanto accaduto e velocizzare la liquidazione del danno. Ricordati di usare un solo modulo per entrambi i veicoli (usare due moduli se i veicoli coinvolti sono tre). Il modulo è realizzato con carta copiativa e sono previste due copie per ciascun conducente coinvolto.
Se le parti non trovano accordo o in caso di feriti, chiamare subito i soccorsi.  

Chi chiamare?

Chiamare il 118 sempre quando ci sono feriti, anche lievi. Ricorda che fermarti a prestare soccorso e chiamare il 118 è obbligatorio per legge in presenza di feriti di qualsiasi entità.
In caso di incendi e incidenti gravi chiamare anche il 112.  
Infine, nel caso in cui l’incidente si sia verificato in autostrada, è obbligatorio contattare anche il 116 ovvero il soccorso stradale ACI, l’unico autorizzato a prestare soccorso in queste situazioni.

Chi ha ragione?

In caso di incidenti le parti hanno in carico la presunzione di colpa. Puoi però ottenere la ragione se  dimostri i fatti di entrambi i punti di seguito elencati:

  1. Hai fatto di tutto per evitare l’incidente: al momento dell’accaduto stavi rispettando le regole del codice della strada e guidavi con prudenza.
  2. L’intera colpa dell’incidente è dell’altro conducente o pedone: il veicolo o la persona coinvolta nell’incidente con te ha violato il codice della strada e/o non guidava con prudenza.

Testimoni

La presenza di testimoni può essere decisiva per ricostruire l’esatta dinamica di un incidente.
Il ruolo del testimone può essere fondamentale quando, a seguito di un sinistro stradale non sono intervenute le autorità. In caso contrario, il verbale redatto dai pubblici ufficiali ha un valore superiore rispetto a qualsiasi altra deposizione o ricostruzione dei fatti ad opera di terzi.

Risarcimento

Per ottenere il risarcimento, il danneggiato deve denunciare l'incidente alle autorità competenti entro 3 giorni dall’accaduto e all’assicurazione entro 10 giorni lavorativi tramite lettera raccomandata a/r .
Trovi maggiori informazioni sul nostro processo di sinistri qui.

Negli incidenti senza feriti in cui sono coinvolti veicoli con targa estera, la gestione del sinistro è affidata all'Ufficio Centrale Italiano (UCI).  
Infine, nei casi in cui un veicolo sia senza assicurazione o il conducente che ha provocato il sinistro si dia alla fuga, interviene il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

Ti consigliamo di tenere sempre nel tuo veicolo il modulo di constatazione amichevole.
Segnati i numeri di chiamare in caso di emergenza e verifica con attenzione le condizioni previste della tua assicurazione. Leggi qui il Set Informativo Motoplatinum.